Gud – Daniele Bonomo

Gud è il nome d’arte di Daniele Bonomo.

È autore di storie umoristiche, vignette, strips, racconti brevi e romanzi grafici, oltre che un simpatico ometto nato nell’agosto del 1976.

Nel 2000 consegue la laurea in Scienze Politiche e il diploma alla Scuola Internazionale di Comics in fumetto umoristico.

Lavora come giornalista fino al 2006 per la rivista mensile Next Exit – Creatività e Lavoro.

Nel 2003 crea l’agenzia ComicsProvider.com che fornisce contenuti disegnati per conto terzi. Dirige il settimanale di umorismo grafico SegnalidiFumo.it e dal 2008 è co-curatore della rivista semestrale Mono edita da Tunuè. Sempre con Tunuè ha pubblicato il saggio Will Eisner il fumetto come arte sequenziale (2005); una raccolta di storie brevi Gentes (2007); il romanzo a fumetti Heidi mon Amour (2009); Gaia Blues, una canzone a fumetti dedicata agli uomini del futuro: i bambini; La Notte dei Giocattoli (2012) una favola a fumetti scritta da Dacia Maraini; Tutti possono fare fumetti (2013), manuale disegnato sulla grammatica del fumetto; Il racconto per bambini Timothy Top – Libro uno: verde cingiale (2015).

Nel 2014 illustra per Rizzoli il libro di Enrico Brignano Il meglio dell’Italia, e insieme a Antonio Fuso, Werther Dell’edera, Stefano Simeone, Emilio Lecce e Giorgio Pontrelli il collettivo SkeletonMonster.
Nel 2013 in collaborazione con la redazione web di MasterChef realizza vignette in tempo reale durante le puntate del programma.

Nell’ottobre 2014 disegna il suo primo Gatto, un personaggio poi declinato su gadgets e articoli per la casa.

Nell’ottobre del 2015 scrive e disegna il primo libro di Timothy Top personaggio green dedicato a un pubblico dai 5 anni in su.
È tra i cinque ideatori dell’ARF! Festival del Fumetto di Roma.

Dal 2001 insegna fumetto e scenografia per l’animazione alla Scuola Internazionale di Comics.