Giulio Antonio Gualtieri

Debutta nel 2009 con Homo Homini Lupus (edizioni Bd), per i disegni di Giacomo Bevilacqua.

Nel 2010, insieme con Riccardo Torti, scrive la miniserie Nash (pubblicata su iComics, Kawama), realizzata graficamente da Moreno Dinisio. Nello stesso anno diventa insegnante di sceneggiatura alla scuola Internazionale di Comics di Jesi.

Dal 2011 al 2014 realizza i testi della serie Caravaggio, per l’amore dell’arte (pubblicata su Skorpio, Editoriale Aurea) nata da un’idea di Roberto Recchioni, coscritta con lo stesso Roberto per i primi 13 numeri e illustrata da Paolo Ongaro. Sempre per l’Aurea, nel 2012 firma con Lorenzo Bartoli il soggetto di John Doe 16, Gli occhi oltre lo specchio, disegnato da Fabrizio Galliccia.

Per la Villain Comics, di cui è socio fondatore, ha realizzato Addio alle armi (scritto insieme a Francesco Trentani, con i disegni di Valerio Nizi) e le miniserie in corso di pubblicazione Gunsmoke&Dragonfire (disegni di Eleonora Carlini) e Game Over (disegni di Paolo d’Antonio e Andrea Meloni).

Nel 2015 parteciperà alla miniserie in formato pocket Battaglia, in uscita per l’editoriale Cosmo.