Tutte le news


JE ME SOUVIENS

José Munoz ospite alla Sede di Milano

JOSÉ MUNOZ DIALOGA CON ELFO : "JE ME SOUVIENS"

 

 

venerdì 3 dicembre 

ore 15.00 - 18.00

 

La Scuola Internazionale di Comics di Milano è lietissima di ospitare il Maestro del Fumetto José Munoz.

L’incontro, moderato dal nostro Direttore Artistico Paolo Bacilieri, si svolgerà sotto forma di dialogo con Elfo (Giancarlo Ascari), fumettista milanese. Titolo dell’evento è, infatti, “JE ME SOUVIENS” e sarà un viaggio che ripercorrerà la lunga carriera di Munoz.

 

Su consiglio dello stesso Munoz, al fine di seguire proficuamente l’incontro, prima di questo è auspicabile leggere alcune opere:  

“Alack Sinner - L’età della innocenza”,  “Alack Sinner - L’età del disincanto”, “Nel Bar” e i volumi editi da Edizioni Nuages 2006/ 2012 “La Pampa y Buenos Aires” e “Encres”.

 

La disponibilità dei posti in presenza è limitata e riservata agli studenti della Scuola Internazionale di Comics. 

Per tutti gli altri e per gli alunni che non riusciranno a presenziare sarà possibile seguire il collegamento via Zoom, richiedendo il codice di accesso alla Segreteria (segreteriamilano@scuolacomics.it ).

 

È obbligatorio confermare la partecipazione scrivendo a segreteriamilano@scuolacomics.it o chiamando lo 02 45409470.

Per la partecipazione in Sede sarà necessario esibire il proprio Green Pass valido. 

 

 

 

 

 

 

 

José Munoz nasce nel 1942 a Buenos Aires, Argentina.

Manifesta fin da piccolo una passione per il disegno con particolare interesse per il fumetto e già a 12 anni frequenta la “Escuela Panamericana de Arte” avendo come maestri Alberto Breccia e Hugo Pratt.

Nel 1972 parte per l’Europa: Londra, Barcellona e poi Italia. Nel 1974 incontra lo scrittore argentino Carlos Sampayo, evento fondamentale che segnerà l’inizio di una lunga e fruttuosa collaborazione. Nasce così il personaggio di Alack Sinner, detective privato le cui umane avventure, avvolte nel jazz, descrivono miserie e nobiltà in una New York così immaginata da essere reale.

Inoltre pubblica “Orillas de Buenos Aires” (1999), “Carnet Argentin” (2000), “Féminin pluriel” (2002), “Paris Parenthèses” (2004), “La Pampa y Buenos Aires” (2006), “Encres” (2012) e, con testi di Alejandro García Schnetzer, “Faubourg Sentimental” (2017).

Ha realizzato copertine di libri e riviste, e ha illustrato “Pirati” di A. Conan Doyle, “Les damnés de la Pampa” di Manuel Prado, “Las fieras cómplices” di Horacio Quiroga, “El perseguidor” di Julio Cortázar, “I nove miliardi di nomi di Dio” di Arthur C. Clarke, i "Quattro quartetti" di T. S. Eliot, "Lo straniero" e "Il primo uomo" di Albert Camus.

Riconoscimenti: 1978 Angoulême (Fr) – Miglior opera straniera, 1983 Lucca (It) – Premio Yellow Kid per il miglior disegno, 1983 Angoulême (Fr) – Miglior album dell’anno, 1994 San Diego (USA) – Miglior opera straniera, 2002 Erlangen (De) – Premio Max und Moritz alla carriera, 2007 Angoulême (Fr) – Gran Prix de la ville d’Angoulême, 2017 Lucca (It) – Premio Yellow Kid al maestro del fumetto.

 

 

 

Giancarlo Ascari (1951) si è laureato in Architettura nel 1976 al Politecnico di Milano, dove vive. E’ illustratore e autore di fumetti con lo pseudonimo di Elfo. Dal 1977 ha collaborato con testi e disegni con Alteralter, Linus, Corriere dei Piccoli, Linea d’Ombra, Diario, Il Manifesto, L’Unità, Il Giorno, Alfabeta, La Gola, Domus, Smemoranda, Repubblica, Corriere della Sera, MillenniuM. E’ stato tra i fondatori della cooperativa Storiestrisce e della rivista TIC.
Ha organizzato mostre di fumetto e illustrazione in Italia e all’estero, disegnato copertine di libri per Mondadori e Garzanti, insegnato progettazione multimediale e sceneggiatura all’Istituto Europeo di Design. Ha curato i volumi “99 leggende urbane” (Mondadori), “Graffiti metropolitani“ (Costa & Nolan), “Mad” (Condé Nast).

 

 

 

NEWS ED EVENTI